I VINI VENETI: Il Bardolino

 

CORVINA BARDOLINO                 RONDINELLA - BARDOLINO

 

 

BARDOLINO DOC

ZONE  DI PRODUZIONE DEL BARDOLINO DOC

La zona di produzione del “Bardolino D.O.C. Classico” comprende tutto il territorio dei comuni di Bardolino e Garda e in parte quello di Lazise, Cavaion Veronese, Costermano ed Affi.  Quella del “Bardolino D.O.C.” (determinata nel 1968) in tutto o in parte il territorio dei comuni di Torri del Benaco, Caprino Veronese, Rivoli, Pastrengo, Bussolengo, Castelnuovo del Garda, Sommacampagna e Valeggio sul Mincio. Il terreno è quasi esclusivamente di natura morenica ed in parte fluvio – glaciale.

UVE: Il terreno delle colline moreniche della zona  Gardesano- Veronese, zona del Bardolino DOC,  ha una particolare attitudine viticola. Il clima dolce, dai miti inverni e dalle temperate estati, costituisce un determinante fattore nella positiva caratterizzazione delle uve e del vino che ne deriva.

Le principali varieta’ dei tradizionali vitigni che concorrono alla qualificata produzione del “Bardolino D.O.C.” sono quelle delle uve Corvina

(35-65%), Rondinella (10-40%), Molinara (10-20%) e Negrara (fino al 10%).

Possono concorrere alla sua produzione anche uve provenienti dai vitigni Rossignola (rosetta), Barbera, Sangiovese e Garganega, da sole o congiuntamente, presenti nei vigneti fino ad un massimo del 15%.  La produzione massima delle uve, per ettaro, non deve superare i 130 q.li e la resa in vino non puo’ risultare maggiore di 70 litri per 100 chilogrammi d’uva.

CARATTERISTICHE DEL BARDOLINO

Dalle zone delimitate e con i vitigni prescritti possiamo avere i seguenti vini:

•Bardolino      D.O.C. Classico

•Bardolino      D.O.C. Superiore

•Bardolino      D.O.C. Chiaretto

•Bardolino      D.O.C. Novello

Il disciplinare di produzione del vino “Bardolino DOC” stabilisce le seguenti caratteristiche organolettiche:

  • Colore: rosso rubino chiaro tendente a volte al cerasuolo che si trasforma in granato con l’invecchiamento; oppure al rosa nel tipo Chiaretto.
  • Profumo: vinoso, con leggero profumo delicato.
  • Sapore: asciutto, sapido, leggermente amarognolo, armonico, sottile, talvolta leggermente frizzante.

L’aggettivo “Superiore” è consentito qualora il vino immesso al consumo, abbia una gradazione alcolica complessiva minima di 11,5% in vol. e abbia un periodo di invecchiamento di almeno un anno a decorrere dal 1 novembre dell’annata di produzione.

Il “Bardolino Chiaretto” viene ottenuto con la vinificazione in “rosa” delle uve(con minima macerazione delle bucce).

Il “bardolino D.O.C. Chiaretto” spumantizzato con metodi a fermentazione naturale puo’ essere designato “Spumante Brut”.

Il “Bardolino” imbottigliato entro il 31 dicembre dell’annata di produzione delle uve aventi le caratteristiche del disciplinare puo’ designarsi “Novello”.; il vino che ne deriva manifesta un elegante e vivace colore rubino mediamente intenso, un odore spiccatamente fruttato, fragrante, che ricorda il lampone, la fragola e la marasca. Il sapore, delicatamente vellutato, è fresco e sapido, armonico, appetibile e molto gradevole.

Per queste sue specifiche qualita’ è ritenuto uno dei “novelli” piu’ prestigiosi e rappresentativi dell’enologia italiana.

MODALITA’ DI SERVIZIO DEL BARDOLINO DOC

Stappare la bottiglia al momento. Servire il Bardolino a 16-18°C, il Chiaretto a 10°C e il Novello a 14°C.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...