S.Pietro di Castello – L’isola di Olivolo

In quest’isola, ora ridotta a campo vasto e solitario, collocata agli estremi limiti della città, dietro a cui si apre il Porto di Lido, vissero genti che furono fra le prime a formare l’antichissima confederazione delle Isole dell’Estuario, quando Venezia città non era ancora costituita. Chiamavasi quest’isola “Olivolo”, secondo alcuni, dagli oliveti che vi fiorivano,secondo altri per la sua forma simile ad uliva;ma fu detta anche “Castello”,da un castello che i primi veneti vi avrebbero costruito o vi trovarono,per la loro difesa.

Ph-GhezzoClaudio-Castello-Chiesa-0320

Nucleo già importante, anche quando nel IX sec. partecipò con le altre isole Realtine alla formazione di Venezia, essa fu in seguito il centro massimo della vita religiosa della laguna.

Qui ebbe sede il primo Vescovo delle popolazioni Veneziane col titolo di Vescovo Olivolese, di poi chiamato, dal 1091, Vescovo Castellano; sottoposto per secoli al Patriarca di Grado, le due cariche furono unite in una sola nel 1451, quando papa Nicolò V investi del titolo e dell’autorità di Patriarca di Venezia  il vecchio Vescovo Lorenzo Giustiniani, di poi santificato; con lui ha iniziato la serie dei Patriarchi della nostra città.

Il Palazzo Partiarcale, del 1807 Caserma, oggi si presenta nel suo insieme, come costruzione della fine del ‘500, sebbene nell’interno si conserva vestiglia architettoniche di stile venetobizzantino (XI-XII sec.). Sopra la porta principale lo Stemma del Patriarca Lorenzo Priuli (1591-1601).

Una risposta a “S.Pietro di Castello – L’isola di Olivolo

  1. Pingback: La Festa delle Marie | riflessi lagunari·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...