Quando il Lido si trasforma…

mostra9Il 6 agosto 1932 è una data memorabile per il Cinema e Venezia. Già, perché Venezia e Il Cinema sono strettamente legate da quel “fil rouge” che si chiama ARTE.

L’arte del Cinema di qualità, che segna il tempo, e che scaturisce emozioni sempre uniche per appassionati e non.

L’Hotel Excelsior ospita il Ballo di Inaugurazione della Prima Esposizione d’arte Cinematografica, data in cui verrà proiettato “Dr. Jekyll & Mr. Hide” presso la Terrazza Mare dell’Excelsior.

L’aria che si respira non è di competizione, tutti quelli che concorrono hanno pieno titolo e diritto ad essere il lizza per il “gran finale”. E non si tratta di un premio, ma di un consenso, di un clamore omogeneo, critiche comprese; Infatti a questa manifestazione sono presenti giornalisti accreditati e critici esperti, provenienti da tutto il mondo per un giudizio d’ensemble che sconfina dalla territorialità della manifestazione stessa.

Di edizione in edizione la Mostre del Cinema di arricchisce sempre di più: dal 1932 fino al 1937 ampio spazio a film d’epoca e ospiti che lasciano il segno; ne fu un chiaro esempio Marlene Dietrich che portò lo scompiglio al Lido Di Venezia, rappresentando il divismo personificato.mostra2

Mentre, il 1938 segna l’inizio del periodo cupo per la Mostra del Cinema, dove vi furono pesanti pressioni politiche dettate dal governo fascista,  I vincitori vengono imposti alla giuria internazionale, e i film vincitori (ad esempio Olympia di Leni Riefenstahl e Luciano Serra Pilota di Alessandrini Goffredo) due film di esplicita propaganda fascista, anche se quest’ultimo è ancora oggi considerato uno dei capolavori più lungimiranti degli anni 30.

Gli anni 40 rappresentano uno dei momenti più difficili della rassegna, Se già dal 1938 le pressioni politiche falsarono e rovinarono il festival, con l’avvento del conflitto la situazione degenerò a tal punto che le edizioni del 1940, 1941 e 1942, considerate non avvenute, si svolsero ben lontano dal Lido di Venezia, e confinate all’ASSE ROMA-BERLINO: controllo assoluto delle opere e dei registi e pochi paesi partecipanti, tra i quali comunque spiccano Divi Italiani d’Epoca quali: Alida Valli e Fosco Giachetti in un clima totalmente propagandistico anzichè artistico.

Vi fu però un leggera ripresa nel 1946, con la proiezione al Cinema San Marco (poiché il Palazzo del Cinema era occupato dagli alleati) fino allo splendore della Kermesse nel 1947 dove palazzo Ducale ospitò una proiezione da record. Record di presenze, e flussi inaspettati visto il periodo non proprio aureo: più di 90.000 persone solo per lei “Anna Magnani” Regina del Cinema Italiano D’autore, che vinse il premio internazionale di “Miglior Attrice” con il film L’ONOREVOLE ANGELINA DI LUIGI ZAMPA.

mostra3VENTO DI CAMBIAMENTO

Il 1948 segna il momento del cambiamento dopo un periodo decisamente cupo: sbarca Hollywood al Lido.

Tyron Power, Linda Christian, Orson Welles… e solo nel 1949 il Cinema Internazionale ritorna definitivamente al Palazzo del Cinema del Lido divenendo il fulcro degli eventi mondani internazionali degli anni 50-60 ospitando ospiti di prestigio.

Impossibile non menzionare l’espansione del cinema giapponese e indiano che viene gradito dal pubblico per la sua particolarità, e che consacra il periodo grazie a Rashòmon e Kurosawa (giapponesi) e Satyajit Ray (indiano)

Ed inoltre vi fu la consacrazione dei due registi più amati del dopoguerra: Fellini e Antonioni.

Purtroppo però non furono abbastanza premiati nonostante i loro film fossero validi e ciò scatenò roventi polemiche.

Anche la non vincita (per ben due volte) di Luchino Visconti portò polemiche, poiché gli furono preferiti film d’oltralpe.

Verso la metà degli anni ’50 esplode il cinema francese. Venezia ama il candore e l’eleganza delle attrici francesi e il pubblico accoglie benissimo questo cinema decisamente più soft e tratti noir.

E’ il 1958 l’anno in cui arriva la ragazza che ha incantato tutto il mondo: Brigitte Bardot protagonista del film “la ragazza del peccato”.mostra4

Sempre nello stesso periodo il cinema italiano apprezza le nostre migliori opere e artisti:

due nomi su tutti sono quelli di Sophia Loren, vincitrice della Coppa Volpi nel 1958 per l’interpretazione in “Orchidea Nera” di Martin Ritt, e Gina Lollobrigida, ma anche Alberto Sordi, Vittorio Gassman e Silvana Mangano, presenti nel film vincitore del Leone d’Oro del 1959, “La grande guerra” di Mario Monicelli, e Giulietta Masina, lanciata dalle sue interpretazioni in vari film di Federico Fellini.

Dagli anni ’60 agli anni ’80 la Mostra del Cinema attraversa un periodo non particolarmente proficuo.

Solo nel 1992-1996 e sotto la nuova direzione a cura di Gillo Pontecorvo, dapprima curatore ed in seguito direttore che il cinema a Venezia ritorna agli antichi splendori: importanza ai registi italiani, e ritorno alle grandi star Hollywoodiane che hanno segnato senza tempo il Cinema Internazionale: Harrison Ford, Kevin Costner, Al Pacino, Robert De Niro, Francis Ford Coppola, Nicole Kidman, ecc..

mostra8

Con gli anni, la mostra del Cinema ha acquisito non solo popolarità ma ha portato una stagionalità turistica. Infatti nonostante il Lido di Venezia sia conosciuto, durante la Mostra del Cinema sono i numeri a parlare.

Di seguito vi facciamo alcuni esempi: tutto esaurito. Le provviste di bar e ristoranti, i mezzi di trasporto, le prenotazioni alberghiere, il personale di accoglienza e non ingaggiato apposta per il periodo e molto altro ancora.

Il Cinema al Lido di Venezia si trasforma cosi nel più grande evento esistente. Non solo Cinema quindi ma anche spettacolo, moda e attualità, per una manifestazione di breve durata ma intensa come poche oggi. Si gioca il tutto per tutto, per offrire alle star il meglio di Venezia, e una cornice spettacolare difficile da abbandonare.

 

Si ringrazia Vanity Fair & Affini per gentile concessione di materiale fotografico: http://vanityfairitalia.tumblr.com/post/30378275554/le-stelle-di-venezia-in-bianco-e-nero-una

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...