Pantalòn xe in cheba.

Ormai siamo sicuri che le cose andranno a buon fine perché non ci sono più ostacoli.

pantalonPantalone è la nota maschera veneziana che rappresenta un vecchio mercante brontolone “mettendo in evidenza i lati ridicoli della vecchiaia che è anche avara, pedante, conservatrice e talvolta cede ale lusinghe di amore velleitario” (D’Amico).

Poiché Pantalòn è la versione Veneziana del nome Pantaleone, si può pensare che questo sia statoil primitivo nome della maschera, tale da dar vita all’assonanza con “piantaleone”, nomigniolo che tradizione vuole fosse affibbiato ai Veneziani nei secoli scorsi perché mettevano il leone, simbolo della Dominante, nei luoghi sottoposti alla sua signoria; da qui all’indentificazione della maschera col simbolo della oligarchia che governava la Repubblica il passo è breve.

 

Cheba significa “gabbia”; è anche il nome di un dispositivo da pesca lagunare, e simboleggiava la prigione; è in cheba anche unomesso in condizione di non nuocere. In una cheba  di ferro pendente dalla cella campanaria del campanile di San Marco erano rinchiusi, temporaneamente o a vita, fino al 1518, i colpevoli di gravi delitti, spece gli ecclesiastici.

Alla caduta della Repubblica sotto il dominio francese, Pantalòn in cheba divenne l’immagine della classe oligarchica spodestata, col giubilio degli stessi oppositori veneziani; da qui il detto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...