Velme e Barene

Velme e barene sono tipici ambienti che si formano in genere all’interno delle lagune e al bordo delle baie protette, in presenza di fondali bassi.

Lungo la costa veneziana li ritroviamo all’interno della laguna di Venezia, del Mort, di Caorle e di Bibbione e interrompono, insieme alle isole,la continuità degli specchi d’acqua.

Velme e Barene

Le isole, completamente trasformate dall’uomo, si si riconoscono facilmente percè risultano emerse anche nelle fasi di alta marea e ospitano generalmente insediamenti e attività umane.

Le Velme sono superfici di palude soggette alle mare ordinarie, con fasi di sommersione altalenante a fasi di emersione.

La persistente presenza dell’acqua impedisce l’insediamento di speci vegetali, e si possono osservare solamente durante la bassa marea, quando emergono con distese di fango, spesso coperte di vegetazione algale.

Le Barene sono superfici tabulari di forma e ampiezza variabile, contraddistinte sempre da un bordo rialzato e da una zona centrale più depressa chiamata chiaro, e percorse da caratteristici piccoli canali chiamati ghebi. Vengono sommerse durante le alte maree di sizigia e, ovviamente, durante le alte maree eccezionali.

Sono consolidate da una vegetazione, definita alofila, adatta all’elevato contenuto di sali del terreno e dalle acque circostanti. La formazione delle barene avviene in zone riparate dal moto ondoso e dalle forti correnti quando si realizzano condizioni specifiche come la presenza di acque salmastre, l’azione delle maree che innondano saltuariamente le terre barenali, l’apporto di sedimenti da parte dei fiumi o dal mare.

Le piante alofite hanno “escogitato” vari sistemi per adattarsi e sopravvivere utilizzando l’acqua salata a disposizione, di conseguenza la copertura vegetale delle barene cambia in modo prgressivo a seconda della salinità dei terreni e dalla periodicità dell’inondazione.

Ai margini della barena, maggiormente soggetta ai fenomeni di marea, cresce la spertina e la salicornia, ricca di vitamina C e molto resistente alle variazioni di salinità.

Il limonio in estate colora le barene di viola, mente l’inula spicca per il suo bel fiore giallo. Le barene sono nicchie ecologiche di grande importanza.

Numerose specie di uccelli e altri animali, usano le barene e le velme quale habitat di ripodizione o fonte di nutrimento.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...